0848 270 270

FAQ

Domande frequenti:

Cos'è Movis?

Movis SA è una società di consulenza. Siamo partner esterni per aziende in tutta la Svizzera e offriamo consulenza per i collaboratori in merito a questioni personali e aziendali. Di norma, i collaboratori delle aziende nostre clienti possono rivolgersi a noi senza che il datore di lavoro lo sappia. Spesso i collaboratori vengono indirizzati a noi dal datore di lavoro.

Le consulenze di Movis sono confidenziali?

Sì. I consulenti Movis sono tenuti all’obbligo di segreto professionale. Siete voi a decidere, se e a che proposito il vostro consulente debba parlare del vostro problema ad una terza persona. Senza la vostra autorizzazione, la consulenza e il suo contenuto saranno trattati in maniera strettamente confidenziale. Vi è un’eccezione: in caso si sospetti un serio pericolo personale o per gli altri, il consulente ha la facoltà di informare una terza persona al fine di evitare il pericolo.

Per quali problemi può offrire aiuto Movis?

Riceverete informazioni e supporto ad esempio in caso di:

Questioni personali

  • Famiglia
  • Matrimonio
  • Convivenza
  • Lutto
  • Ansia/Paura
  • Vecchiaia

Tematiche aziendali

  • Tensioni e conflitti sul posto di lavoro
  • Stress
  • Burnout
  • Molestie sessuali
  • Mobbing

Questioni finanziarie

  • Consulenza sul budget
  • Consulenza per debiti

Malattia e sanità

  • Problemi di dipendenza
  • Malattie di lunga durata
  • Disturbi psichici
  • Assicurazioni sociali

Che tipo di formazione hanno i consulenti Movis?

I consulenti Movis hanno prevalentemente una formazione di operatore sociale diplomato SSS/SUP. Vantano inoltre di svariate esperienze professionali e corsi di perfezionamento professionale specifici per la consulenza.

Chi paga la consulenza Movis?

La consulenza ai collaboratori è un servizio pagato dal datore di lavoro, ciò significa nessun costo per il collaboratore. Alcune aziende limitano il numero di consulenze o le ore di lavoro per ogni mandato di consulenza. In tal caso, il consulente informerà il collaboratore entro la fine del primo colloquio.